domenica 15 novembre 2009

Home, sweet home


La casa perfetta. Delle dimensioni perfette. Con le rifiniture perfette. In un posto perfetto. Del prezzo perfetto.
Siete lì lì per firmare. Avete passato notti insonni nella speranza che accettassero l'offerta fatta. Vi siete rotolati pesantemente nel letto per notti e notti sperando che la banca accettasse la richiesta di mutuo. Avete acceso ceri da illuminare tutto il Verano e dintorni sperando in qualche aiuto divino perchè tutto andasse bene.
Vi chiamano per firmare. I documenti sono a posto. Tutte le proposte sono accettate. Il notaio ha dato l'ok.
State per diventare i proprietari.
Nella vostra testa avete già scelto i mobili, avete addirittura messo delle piantine virtuali sul vostro quasi balcone. E il vostro cane virtuale zompetta allegro sul vostro quasi parquet.
Meno 3, meno 2, meno 1 e via di firma! Prendente la penna, la poggiate sul foglio, cominciate a scrivere il...
...
... il niente!
Avete avuto un mese di tempo per pensarci, ma proprio quando sto per firmare avete deciso di divorziare e buttare la casa, la MIA casa in un contenzioso giudiziale?

Morale della favole: Fantozzi mi fa un baffo, ma anche barba e basette.

2 commenti:

  1. ma povera povera dangerousmind! mi offro per costringere i due con la forza a una serena convivenza per il tempo che serve a fare il passaggio di proprietà, quando vuoi, famme sapé!

    RispondiElimina
  2. wide: io glie menerebbe...sgrunt!!!!

    RispondiElimina