giovedì 8 marzo 2012

Telecronaca di un lungo viaggio in treno: parte IX - il petomane

A giudicare dal lezzo immondo improvviso e dalla corsa precipitosa verso il bagno, deduco che qualcuno ne ha mollato una proprio grossa.

E intanto questo continua il giro.

3 commenti:

  1. forse era anche qualcosa di più... tangibile!

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata12 marzo 2012 10:31

    Sarà stata la tipa di prima che sè fatta lo snack scagazzoso?
    Gran brutto giorno quando hanno deciso di rendere impossibile l'apertura dei finestrini dei treni anche solo di qualche centimetro...

    RispondiElimina
  3. Certi odori sono così corposi che sembrano quasi solidi!

    RispondiElimina